Ultras

SAN FELICE-BRESCELLO 3-0

Il San Felice supera il Brescello nel secondo tempo con tre reti e almeno altrettante occasioni mancate. Gli applausi degli spettatori a fine partita sono la testimonianza del fatto che, almeno nella seconda frazione di gioco, la partita è stata avvincente e combattuta nonostante gli ospiti abbiano giocato con un uomo in meno per circa un’ora. Cronaca. All’8′ corner di Giuriola per Ficarelli, libero sul secondo palo: il tiro di prima intenzione termina sull’esterno della rete. Risponde al 13’Cornali con una rovesciata dall’interno dell’area locale: pallone sul fondo controllato da Della Corte. Al 31′ ottima girata di Pecorari su invito di Giuriola che però termina di poco sul fondo, poi al 38′
Cremaschi fa tremare le mani a Colacicco con una bordata dal limite e il portere ospite in tuffo riesce a deviare in angolo. Dopo una prima mezz’ora con poche emozioni, nell’ultimo quarto d’ora sembra che i locali provino ad accelerare il ritmo, cercando di approfittare dell’espulsione del giocatore ospite Cornali: buono al 42′ lo scambio tra Spinazzi e Traorè con tiro dell’ attaccante sanfeliciano parato a terra da Colacicco. Ripresa e dopo pochi minuti bella punizione da fuori di
Cremaschi che supera la barriera, ancora il portiere ospite attento blocca sicuro. Al 60′ calcio di punizione da sinistra di
Cremaschi, perfetto l’intervento di testa di Bulgarelli che gela Colacicco e il San Felice passa in vantaggio. Al 67′ i giallorossi raddoppiano con Pecorari che si fa trovare libero sul passaggio di Jabeur, partito dalla metà campo dopo avere riconquistato un pallone e lasciando sul posto due avversari: perfetto il diagonale dell’attaccante che supera il porteire. Poi due tentativi senza fortuna da parte del Brescello con Boni e si arriva così all’87’, quando c’è un corner per i locali dalla destra: batte il giovane
Cremaschi e a centro area c’è lo stacco perentorio del centrocampista Fuseini, fra i migliori in campo, che di testa firma il gol del 3-0. Spogliatoi. Mister Pellacani, è soddisfatto per il risultato: «Ma nel primo tempo – dice – non siamo stati determinati come nella ripresa, dovevamo sfruttare almeno una delle tre occasioni che si sono presentate, dobbiamo lavorare per avere un atteggiamento più cinico e soprattutto la freddezza in area avversaria». Mister Vitale: «Abbiamo giocato alla pari poi con l’espulsione di Cornali tutto è cambiato, Bulgarelli è stato lasciato solo in area e dopo il gol ci siamo disuniti».

Tratto dall’articolo di Franco Tramarin sulla gazzetta di Modena