SAN FELICE

SAN FELICE

FORMIGINE SAN FELICE 0-3

FORMIGINE. Va al San Felice il derby del Pincelli. I giallorossi passano 3-0 contro un Formigine poco grintoso per gran parte dell’incontro.
Gli ospiti potrebbero passare già dopo quattro minuti. Traorè allarga da sinistra a destra per Fuseini. Il numero otto non angola il rasoterra e Toni blocca a terra. Ancora tre giri di lancette e la squadra di Pellacani può esultare. Cremaschi sfrutta una dormita della retroguardia verdeblù e insacca da pochi passi su cross dalla destra di Lartey. I giocatori della Bassa sfruttano inerzia. Al 9’ Pecorari di sinistro impegna a terra il portiere. Il numero uno è attento al 21’ su un contropiede di Traorè. Le polveri formiginesi sono spuntate: Caselli e Fabbri non impensieriscono nemmeno Della Corte dalla lunga distanza. Dall’altra parte, Bulgarelli non trova la rete al 41’ dopo un’uscita errata del portiere avversario. Due minuti dopo Traorè scatta sulla destra e tira in porta, senza trovare né la rete né il contatto. Il primo tempo va così in archivio con gli ospiti a lungo padroni del campo e i padroni di casa autori di un possesso sterile. La ripresa si apre senza cambi negli schieramenti iniziali. È mutato, in parte, il copione. Al 48’ è il “solito” Traorè a impegnare Toni con un rasoterra da posizione defilata. I ragazzi di Schillaci (in tribuna per squalifica) non mollano e iniziano a spingere con più insistenza. Poli al 49’ non trova la porta dal limite. Due giri di lancetta e Della Corte deve disinnescare un bolide di Fabbri dal limite. Casini inizia la sua sfida dalla distanza: tre tiri dai 20 ai 30 metri, senza però mai centrare il bersaglio. I giallorossi si affidano al contropiede, trovando spazi su spazi. Al 60’ Toni è bravo a chiudere su Giuriola, servito da un tiro-cross insidioso di Traorè. Due minuti dopo il portiere deve allungarsi per chiudere ancora sul numero sette. Più facile il compito al 65’. Di Natale salta due avversari sulla sinistra, ma tira debolmente. È un siluro, invece, il tiro che lascia partire Fuseini poco dopo dalla destra. Ancora Traorè scatta sulla sinistra e mette al centro. La sfera attraversa l’area e giunge sui piedi del numero otto. Il giocatore, da posizione defilata, di esterno-collo insacca sul secondo palo. Per il Formigine
è il colpo del ko. I verdeblù non rialzano la testa, anzi devono concedere il tris all’83’. Il neo-entrato Jabeur sfrutta un tiro errato di Pecorari e depone alla destra di Toni. Ultima emozione al 91’, quando il portiere nega a Fuseini la gioia della doppietta.

Tratto dall’articolo di Gabriele Farina sulla Gazzetta di Modena