Sarti e Bottoni, ma il vestito proprio non riesce… Sopra Galantini chiede garbatamente spiegazioni per almeno un paio di episodi a dir poco dubbi in area, ma non basta a giustificare una prestazione sottotono

 

 

FIORANO – SAN FELICE 2-0
Fiorano: Bonadonna, Costa, Hajbi, Alicchi, Budriesi, Saetti Baraldi, Cavallini (23’ st Tardini), Baldoni (43’ st Algeri), Leonardi (31’ st Zamble), Ansaloni (39’ st Di Costanzo), Rizzo. A disposizione: Briglia, Barbati, Ferrari. Allenatore: Mirco Fontana
San Felice: Baia 6, Sarti 5, Marchesini 6, Bottoni 5.5 (30’ st Bergamini), Martini 6, Ficarelli 6, Bequiraj 5.5 (31’ st Pelacani), Larthey 5.5, Pedrazzoli 5, Cremaschi 5 (1’ st Stabellini), Zanoli 6 (23’ st Karmoud). A disposizione: Xhoxa, Marino, Paganelli. Allenatore: Maurizio Galantini
Arbitro: De Lorenzi di Parma (assistenti: Pasi e Hader).
Reti: 31’ pt Baldoni, 45’ pt Rizzo Note: Terreno di gioco sintetico. Spettatori presenti sugli spalti circa 100. Ammonito Pedrazzoli del San Felice.

Fiorano. Prova convincente del Fiorano soprattutto nella prima frazione di gioco, dove in sostanza chiude la pratica San Felice, disputando una partita quasi perfetta. Difesa attenta e insuperabile dagli avanti avversari che non hanno mai concluso verso la porta difesa da Bonadonna tranne in un’occasione. Attaccanti scatenati e rapidissimi, abili a sfuggire alle marcature della retroguardia del San Felice che ha faticato parecchio ad arginare le folate offensive dei fioranesi. Il primo squillo è degli ospiti, dopo dieci minuti di gioco Sarti calcia da posizione defilata dentro l’area, ma un difensore mette in angolo. Sarà l’unica conclusione verso la porta di tutto il primo tempo dei ragazzi allenati da mister Galantini. Passato lo spauracchio il Fiorano inizia a fare sul serio, al quarto d’ora Budriesi imposta, lancio centrale dove Leonardi spizzica smarcando Ansaloni che però è anticipato di un nulla da Baia in uscita. Poco prima della mezz’ora lo stesso attaccante biancorosso, ben servito da Leonardi, è tradito da un rimpallo sfavorevole e perde l’attimo per concluder a rete da ottima posizione. Il gol è nell’aria e arriva poco dopo grazie a un’azione di Leonardi che sulla sinistra lavora una gran palla e serve Baldoni che dal limite dell’area infila di precisione nell’angolino basso alla destra di Baia che nulla può. Il raddoppio arriva allo scadere del tempo, sempre propiziato da un’azione di un incontenibile Leonardi che dalla fascia sinistra scarica per l’accorrente Rizzo il cui compito è quello di appoggiare la sfera nella porta sguarnita. Nella ripresa la squadra di mister Fontana sembra tirare i remi in barca e lascia giocare gli avversari che però non pungono, mentre con veloci ripartenze i locali riescono a rendersi sempre pericolosi e sfiorano la terza marcatura più volte. Ci provano Alicchi su punizione da venti metri indirizzata nell’angolino basso alla sinistra di Baia bravissimo a distendersi e a mettere in angolo e Rizzo che tenta un pallonetto in acrobazia mentre sta cadendo, bel gesto tecnico ma sfortunato con la palla che esce di un nulla. Al quarto Baldoni manda alto dal limite dopo un’azione personale e subito dopo, Saetti Baraldi, fa correre un brivido ai suoi compagni quando, nel tentativo di liberare l’area su traversone dalla sinistra di Bottoni, svirgola rischiando l’autogol. Il San Felice è volenteroso, ma produce solo due tiri da fuori con Pedrazzoli e Sarti entrambi fuori, mentre il Fiorano si ritrova ampie praterie dove poter scorrazzare, ma la stanchezza e un po’ di egoismo impediscono la terza marcatura.

Dall’articolo di Marco Bedini sulla Gazzetta di Modena