Olgert Xhoxha, classe 1995, portiere del San FeliceBAGNOLO- Il San Felice degli infortunati e dei giovani colleziona un’altra batosta in quel di 

Olgert Xhoxha, classe 1995, portiere del San Felice

BAGNOLESE-SAN FELICE 3-1

BAGNOLO- Il San Felice degli infortunati e dei giovani colleziona un’altra batosta in quel di Bagnolo, che
relega sempre più la squadra di Galantini in una eufemisticamente difficile posizione di classifica. Finisce 3-1
per i reggiani, che hanno certamente qualcosa in più in termini di fisicità, sicuramente di più di un San
Felice che alla fine ieri schierava quattro nati nel 2000, oltre a un 1998 e un 1999. Pronti via e in un’ azione
di gioco duro sulla tre quarti Ficarelli, che già gioca con la maschera per un precedente infortunio, resta a
terra ed esce dal campo, per le cure. Sugli sviluppi prima una ingenuità della difesa regala l’angolo ai
reggiani e poi, approfittando della superiorità numerica, Oliomarini si infila sul traversone tra portiere e
difensore e insacca di testa: 1-0. Il San Felice è frastornato, vacilla, fatica a giocare su un campo piuttosto
sconnesso. In questo frangente, è decisivo Xhoxha, che di piede esce e respinge una conclusione a botta
sicura. Il tempo di un contatto in area della Bagnolese che manda al tappeto Zanini con un rugbystico
spintone da dietro e di un tocco di testa Zampino fuori di poco, il San Felice ha al 30’ la palla del pari. Gilli
smarcato in corsa davanti a Della Corte spreca un rigore in movimento, tirando a mezza altezza. L’ex
portiere del San Felice respinge come può e poi si avventa sul pallone, anticipando Zanini. Ancora Gilli
pericoloso, quando sfugge alla difesa e al limite centrale viene atterrato da tergo. Scarpa aperta in due e da
gettare, ma per il sonnolento Sangiorgi è tutto regolare. La partita si chiude di fatto al 2’ di recupero della
prima frazione. Habib lanciato si beve un Sarti decisamente fuori ruolo nella marcatura, specie di certi
marpioni da area di rigore, calcia sottomisura a botta sicura, altro miracolo di Hxohxa ma sulla ribattuta
Zampino si ritrova la sfera sui piedi ed è troppo solo per sbagliare: 2-0. Nella ripresa girandola di cambi,
sterile supremazia degli ospiti e occasioni da una parte e dall’altra, tra cui una incursione centrale di
Cremaschi ottimamente fermata dall’ultimo baluardo Oliomarini e un gran bel palo in azione di rimessa
centrato dal possente Faye. Se non fosse stato ininfluente, avrebbe scatenato parecchie polemiche il gol
del 3-0 all’88’ di Habib, appostato sulla linea, oltre il portiere, in un clamoroso fuorigioco, dopo una azione
in area di Zampino. Il gol della bandiera degli ospiti al 90’, lo sigla Gilli, su cross di Moutassine, che al 86’
aveva fallito la rete del 2-1. San Felice in crisi di fortuna, di uomini e di risultati, è presumibile che la società
si muova in fretta sul mercato, per provare a risalire la china. Ma di innesti, forti e sani, ne servono almeno
tre.