SAN FELICE. Se il successo si misura dai numeri, la sesta edizione del Torneo Primavera che si è disputata ieri allo stadio “ Bergamini” di San Felice ha tagliato un importante traguardo: 700 presenze. Alla grande giornata di sport – dedicata alle rappresentative classe 2005 di Inter, Sud Tirol, Bologna, Spal, Juventus, Verona, Sassuolo e Modena che si sono sfidate tra loro e composte da più di 220 giocatori – hanno assistito all’incirca 500 persone, tra cui anche diversi osservatori provenienti da tutta Italia, persino per lo  Stoccarda.
Il Torneo se lo è aggiudicato infine l’Inter dopo aver battuto per 1-0 nella finalissima il Sassuolo. La squadra neroazzurra, in cui gioca anche un figlio di Stankovic, ha così alzato la coppa, consegnata dall’assessore allo sport del Comune di San Felice Alessandro Fortini, in un tripudio di coriandoli. Il Sassuolo, secondo, è stato premiato dal direttore generale dell’Us San Felice Agostino Reggiani e il Bologna, sul terzo gradino del podio, dal direttore commerciale della ditta Acetum di Cavezzo, Andrea Bombarda.
Quarto posto per il Modena, quinto per la Spal, sesto per il Verona, settimo per la Juve e fanalino di coda il Sud Tirol. I dirigenti della squadra trentina hanno invitato quelli dell’Us San Felice – con cui si “gemelleranno”nel loro centro sportivo dove va in ritiro anche la nazionale tedesca.

Miglior giocatore della manifestazione Thea Idrissa del Sassuolo, un ragazzino del 2006 davvero interessante. Miglior portiere Stefan Alex del Sutirol, osservato speciale da tante squadre professionistiche
Non sono mancati poi i momenti alla “Carramba che sorpresa”: un dirigente del Modena, Marchi, si è rincontrato con un dirigente della Juve, Cerutti, dopo ben 20 anni.

Una festa contrassegnata da tanti ospiti, anche dei dirigenti della sezione Aia di Finale, che ha affidato la direzione delle partiie ai suoi giovani arbitri. Contrassegnata dall’impegno di alcune aziende, quali l’Hotel Tre Torri di San Prospero che ha ospitato i ragazzi della Juventus, o la Acetum , che ha aperto lo stabilimento di Cavezzo alla visita dai giovani atleti. L’Us San Felice poi ha messo in campo numerosi volontari, tra i quali i genitori del settore giovanile, e come raccattapalle, i ragazzi della sua prometente squadra dei 2005. Per loro il ringraziamento più grande, visti i riscontri arrivati da quanti allo stadio hanno trovato ospitalità e simpatia.

«È stata una bellissima giornata e tutti sono andati via con il sorriso: la soddisfazione più grande», ha detto infine Paolo Pianesani, vicepresidente Us San Felice e organizzatore.

SULLA PAGINA FACEBOOK LE FOTOGALLERIE DELLA MANIFESTAZIONE, CHE VERRANNO IN PARTE PUBBLICATE ANCHE QUI

Valentina Corsini