All’ombra d. rocca

All’Ombra della Rocca, “foglio di informazione sportiva” – come amava definirsi nel frontespizio – ha superato il mezzo secolo e rimane un fedele compagno di viaggio di ogni attività sportiva sanfeliciana.

Venne alla luce nel 1958 quando alcuni giovani appassionati di calcio e del “bel scrivere” nell’intento di divulgare la neonata società sportiva – ma specialmente per finanziarne l’attività con i proventi delle inserzioni reclamistiche – gettarono le fondamenta del periodico. Il nome del giornale si immedesimava col terreno di gioco sul quale  si cimentava allora la squadra: il rettangolo dietro la Rocca, angolo Viale Campi – Via Circondaria (con annesso chiosco delle bibite gestito dall’indimenticabile Pavlìn di Buttiglìn), che aveva sostituito il vecchio campo dell’ex Piazza del Mercato, oggi Piazza Ettore Piva.

Nelle prime edizioni si trovano subito articoli  a firma di Giampaolo Venturini, Giovanni Manzini e Gualberto Chelli, fantasioso poeta dialettale e penna sopraffina che con la sua apprezzata rubrica “La Tavanada” teneva sempre viva l’ansia dei sanfeliciani nell’attesa del numero successivo.

Primo direttore è Franco Bergamini. Gli subentra Giampaolo Venturini che ricopre poi egregiamente l’incarico per tantissimi anni. La Tipografia Vescovini ne cura la stampa. Nel 1960 si leggono i primi articoli di Lauro Bergamini e Paolo Digiesi (aderente anche all’attuale redazione) ed i contributi di Riccardo Pellati. Il giornale viene poi stampato nell’Azienda Grafica Sanfeliciana di Luciano Paltrinieri. Guido Greco inizia la sua collaborazione nel 1965.  Gianluca Pedrazzi entra nella redazione a marzo 1979, con la squadra in serie D per la seconda stagione, e nel frattempo il giornale ha più volte modificato la testata. Alberto Setti (l’attuale direttore responsabile), Andrea Tassi e Fabio Diegoli pubblicano i primi loro scritti nel 1981, mentre nel 1983 compare la firma del sempre prezioso Franco Tramarin e debuttano anche Nando Gavioli, Luciano Venturini, Giuseppe Ferri e Mario Monari. Pregevole poi in seguito la cooperazione di Stefano Tassi, Paolo Smerieri, del compianto Pasquale Boccafoli e Antonio Rossetti.

Ma tanti altri hanno scritto di calcio, del nostro calcio, contribuendo in modo determinante alla vita ed alla prosperarità del giornalino! Nel prosieguo degli anni la stampa passa a Sogari artigrafiche e si  registrano infatti sempre  variopinti e ben riusciti contributi degli appassionati di differenti sport e degli stessi dirigenti della associazionismo sportivo. Un grazie sincero allo staff di Sogari, partendo dai titolari Attilio e Nadia e passando alla insuperabile super Roberta. Così come, nel cambiamento dei tempi che si impone, il numero uno per la versione internet è Francesco Toscani

 

Parte dello Staff di Sogari Artigrafiche

 

Nel presentare tutta la stampa similare in attività sul territorio nazionale l’allora famosissimo Guerin Sportivo di Italo Cucci, sull’edizione del 15 gennaio 1986, nell’articolo “A colpi di testata” di pagina 25 menzionava anche il nostro periodico, riproducendo una foto della sua facciata.

Paolo Digiesi

 

 GIORNALINI 2013

GIORNALINI 2012

GIORNALINI 2011

GIORNALINI 2010

Go to Top